Chi siamo

1.618 Sezione Aurea è una scuola parentale di ispirazione montessoriana. Si costituisce rinnovando un’esperienza che ha preso vita nel 2013. Dall’iniziativa di pochi coraggiosi genitori, la realtà è cresciuta mostrando tutte le sfaccettature di un prezioso progetto, richiedendo di integrare e orientare in modo più preciso la proposta educativa e, soprattutto, garantire ai bambini di seguire un percorso formativo coerente e completo: dalla Casa dei Bambini (3-6 anni), alle Primarie (6-11), alle Medie (11-14). Apre gli spazi del centro educativo nel 2018 grazie alla generosità di un illuminato imprenditore friulano, che consente l’accoglienza delle tre sezioni in un ambiente funzionale, strutturalmente sicuro e versatile.

La spinta a costruire
Crediamo nel valore e nell’ispirazione del metodo di Maria Montessori che consente al bambino di apprendere rispettando se stesso e il flusso dei propri momenti di sensibilità; nell’importanza dell’autonomia e dell’autodeterminazione come tappe di maturazione e come mezzi di realizzazione dell’individuo, nell’ ”intelligenza cercante” del bambino, nella necessità di crescere esplorando ciascuno i propri potenziali, scoprendo le soggettive aree di forza ed interesse, innamorandosi della conoscenza.

Crediamo altresì che sia fondamentale per il bambino consolidare la propria identità e le capacità di pensiero critico, creare relazioni qualitativamente sane, costruttive e solidali, imparando a vivere in una comunità eterogenea, occupandosi di sé e degli altri. E’ possibile sperimentare così la crescita di un rapporto autentico con se stessi, con gli altri, con il mondo.

Riteniamo importante includere questi ingredienti formativi nella cornice di un progetto che risponda al progressivo fenomeno indicato da Gilbert Keith Chesterton come “standardizzazione agli standard bassi”, non solo in termini formativi ma anche in termini educativi. Questa tendenza è mai come oggi insidiosa. Un bambino che ama studiare viene considerato un perdente, chi si comporta in modo corretto e responsabile passa per poco scaltro, chi rispetta il prossimo e ha una sensibilità relazionale importante deve adattarsi alla tendenza deviante del gruppo per risultare apprezzabile. E’ un mondo alla rovescia, dove chi ha un buon eloquio passa per affabulatore e chi distorce la realtà in modo illogico e ignorante (colui che ignora) ha apparentemente più credibilità.

Vogliamo per i nostri bambini una consapevolezza diversa, una comprensione della loro statura personale, l’autonomia necessaria per vivere il mondo incantandosi delle sue regole, penetrandone il mistero con competente occhio critico. Vogliamo per loro che esercitare Veritas, Humanitas e Pietas (verità, umanità e compassione) i valori che hanno reso indimenticabili i passi di grandi popoli come i Romani e i Greci, ancora ispiri la costruzione del loro mondo nuovo dentro e fuori di sé.

“La gente è inondata, accecata, resa sorda e mentalmente paralizzata da un’alluvione di volgare e insipida esteriorità, che non lascia tempo per lo svago, il pensiero o la creazione dall’interno di sé”

Gilbert Keith Chesterton, 1930